idee e itinerari turistici per scoprire la Basilicata


Giovedì, 29 Ottobre 2015 15:52

La fragola di Policoro, simbolo di primavera

La fragola (Fragaria vesca) è da sempre un frutto molto amato, per il suo profumo, la forma, il colore rosso e l'aroma inconfondibile, dolce ma non esagerato. Apprezzato fin dall'epoca degli antichi romani, lo troviamo ancora oggi ad arricchire e colorare festosamente le nostre tavole, consumato fresco o cotto, da solo o in combinazione con altri ingredienti dolci e salati. Ne usiamo prevalentemente la polpa nelle ricette di cucina, ma anche le foglie e le radici in preparazioni erboristiche curative e di bellezza. 

Fragole

Dove cresce

Nel  nostro paese questo frutto è particolarmente gradito, tanto che ne siamo uno dei principali produttori al mondo, ma va ricordato che oltre alle numerose specie ibride coltivate in serra, in tutta l'Italia continentale ed insulare la fragola cresce  selvatica in boschi, macchie e luoghi freschi, sfuggendo dal sole pieno e preferendo un clima temperato.

La stagione delle fragole

È il mese di maggio, con i primi caldi,  ad aprire la stagione delle fragole dando agli appassionati la possibilità di assaporare questi deliziosi frutti dalla polpa profumata. Con l'avanzare della stagione il sole sempre più caldo arricchisce le prime fragole, spesso poco gustose o d'importazione, di sapore e  preziose sostanze salutari. 

Rossa all'esterno e bianca nella polpa, la fragola concentra al suo interno una piccola miniera di sostanze benefiche per il nostro organismo e a buona ragione spicca nella letteratura erboristica per i suoi innumerevoli utilizzi.

Proprietà salutari della fragola

Ricchissima in vitamina C ( fino al 50% in più rispetto all'arancia, in un frutto fresco) stimola le funzioni del fegato, rafforza le difese dell'organismo, protegge il microcircolo e concorre alla produzione di collagene, utile per prevenire le prime rughe e rassodare i tessuti.

Fonte di acido acetilsalicilico (costituente dell'Aspirina) espleta un'azione antiinfiammatoria ed antireumatica.

Carica di sostanze antiossidanti quali le antocianine, conferma  una buona azione antinfiammatoria ed antiossidante.

Fosforo, calcio ferro e potassio la rendono rimineralizzante e diuretica.

Stimola la formazione di carbonati alcalini nel nostro organismo,  riducendo l'acidosi dei tessuti e neutralizzando l'eccessiva acidità del secreto renale: giova ai gottosi, agli uremici e ai predisposti ai calcoli renali favorendo l'eliminazione dell'acido urico.

Buona ed utile, la fragola ha mille buoni motivi per essere colta o comprata, consumata fresca di stagione o cotta  in gustose marmellate da conservare tutto l'anno.

Dedicato ai bambini o a chi teme fenomeni di allergia

Alcune accortezze vi consentiranno un consumo sicuro di questo frutto anche per i bambini, mai prima dei 2 anni, ovviamente in assenza di fenomeni di allergia specifica già accertati:


1. lavate sempre con meticolosità le fragole in fresca acqua corrente, per eliminare residui di terra e tracce di antiparassitari in caso di specie coltivate.

2. somministrare il frutto in maniera graduale, cominciando con piccole dosi, al fine di ridurre il rischio di prurito o episodi di allergie.

3. scegliere sempre frutti ad un avanzato stato di maturazione (le allergie sono più frequenti con frutti poco maturi) per garantirsi una maggiore completezza dal punto di vista nutritivo.

4. preparate le fragole, dopo averle ben lavate, con limone per I bambini e vino per I grandi lasciandole macerare nel condimento per almeno un'ora, per ridurre naturalmente l'eventuale carica batterica veicolata dal suolo, senza ricorrere all'amuchina.

5. per ridurre I fenomeni allergici è anche possibile cuocere I frutti, perdendo purtroppo buona parte dell'apporto vitaminico, oppure schiacciarli freschi e condirli con un po' di zucchero. La purea così preparata va lasciata sedimentare per una mezzora allo scopo di far separare gli acheni, quei granellini gialli o scuri che tempestano la superficie esterna dei frutti, quasi sempre responsabili dei fenomeni di orticaria ed allerfgia. Ricordo che questa preparazione giova anche ai soggetti con diverticolosi intestinale ai quali gli acheni potrebbero dare fastidio.

Fragole e dieta

Golose e accattivanti, spesso le fragole sono una tentazione irrinunciabile, ma il basso contenuto calorico le rende un complemento perfetto in ogni tipo di dieta dimagrante senza troppi sensi di colpa.

Con un basso contenuto calorico, solo 27 calorie ogni 100 grammi,  questo frutto viene inserito di diritto tra i migliori spuntini “spezzafame” di metà mattina o pomeriggio, o come conclusione di un pasto abbondante al posto di un dolce ipercalorico e di difficile digestione.

Con un indice glicemico di 40 (basso) ed un carico glicemico di 1 per una porzione da 120 g, la fragola è consigliabile addirittura nel regime dietetico dei diabetici.

Lascia un commento/Leave a comment

I campi con (*) sono obbligatori. Codice HTML non consentito/Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Cerca/Search

Download Freewww.bigtheme.net/joomla Joomla Templates Responsive