idee e itinerari turistici per scoprire la Basilicata



Cosa vedere a Maratea

Romantica, elegante, incontaminata: alcuni hanno battezzato Maratea la “perla del Tirreno” per la sua bellezza preziosa che fa innamorare al primo sguardo.

Grotte marine, spiagge silenziose e montagne lussureggianti che precipitano in acque trasparenti, Maratea è una delle mete turistiche più visitate in Basilicata e una tappa ideale per chi ama il mare. Chi pratica snorkeling o immersione qui può immergersi in acque limpide (Bandiera Blu 2016) per ammirare la ricca vegetazione dei fondali.

UN POSTO ROMANTICO, DOVE LA LUNA SI SPECCHIA NEL MARE

Il borgo di Maratea ha le bellezza tipica dei piccoli centri mediterranei, con le case di colore bianco e le viuzze che si perdono in romantiche piazzette. Le coppie non possono lasciare Maratea senza aver cenato a lume di candela in uno dei rinomati ristoranti del porto, al chiaro di luna e cullati dalla brezza del vento.

Su tutto domina l’enorme statua del Cristo Redentore (seconda per grandezza solo a quella di Rio de Janeiro), alta ventuno metri e costruita sulla cima del monte San Biagio. Da lì si può ammirare la costiera di Maratea in tutto il suo splendore. Vi assicuriamo che ne vale la pena.

La statua del Cristo Redentore a Maratea  


TRE BUONI MOTIVI PER VISITARE MARATEA


  1. UN MARE CRISTALLINO

Se siete curiosi e amate il mare a Maratea potete divertirvi a cambiare spiaggia ogni giorno. Sono moltissime, ognuna diversa per caratteristiche e panorama, alcune sono raggiungibili solo via mare.

Tra tutte vi consigliamo di visitare la spiaggia di cala Jannita, meglio conosciuta come “La spiaggia nera”, per via della sua sabbia dal caratteristico colore scuro; la spiaggia di Macarro invece è una delle più conosciute e frequentate, dove il blu del mare si fonde con il grigio della sabbia e il verde della vegetazione; c’è poi la la spiaggia della secca di Castrocucco (sotto), dove gli scogli hanno creato un’incantevole piscina naturale o la spiaggia di A’Gnola, sabbiosa ed estesa.

La spiaggia di Castrocucco a Maratea


2. ESPLORARE LA NATURA MARINA

Gli appassionati di immersione e snorkeling a Maratea possono ammirare fondali ricchi di flora e fauna, oltre ad importanti reperti di età ellenistico-romana. Imperdibili le visite alle grotte marine della zona. A pochi chilometri da Maratea inoltre si trova la bellissima isola di Dino, un isolotto ricco di vegetazione che ospita nelle sue acque due grotte: la Grotta Azzurra e la Grotta del Leone.

Se siete appassionati di natura ma non ve la sentite di immergervi potrete scegliere tra numerosi itinerari di visita in barca.

Se avete voglia di fare una passeggiata non dimenticate di far visita alla bellissima Grotta delle Meraviglie, che si trova a Marina di Maratea e si percorre a piedi. 


3. PERDERSI NEI VICOLI DEL BORGO

Maratea è conosciuta anche come “La città delle 44 chiese” grazie alle numerose chiesette, eremi, edicole e monasteri sparsi nella città e in buona parte del territorio circostante. Particolarmente interessanti sono la Chiesa dell’Immacolata, ornata con preziosi affreschi, la Chiesa di Santa Maria Maggiore  e la Chiesa della Madonna degli Ulivi.

Una visita a parte merita la statua di Cristo Redentore, di cui abbiamo parlato nella presentazione. È raggiungibile in auto, ma l’ultimo tratto va percorso con le navette che collegano il monumento con il parcheggio. Gli amanti dell’arte potranno perdersi tra le opere esposte nei vicoli del paese che nei mesi estivi si riempiono di mostre temporanee e gallerie all’aperto dal fascino bohémien. 

La piazzetta di Maratea

Download Freewww.bigtheme.net/joomla Joomla Templates Responsive